Calamaro europeo, il mollusco con la conchiglia interna

Il calamaro europeo o calamaro comune è un mollusco e appartiene alla famiglia dei Loliginidae. E’ il loligo vulgaris.

Vive vicino alla costa, nel Mar Mediterraneo e il Mare del Nord. E’ piuttosto comunque anche sulla costa occidentale africana. Si trova sia in superficie che in profondità fino a 500 metri. Si avvicinano lungo le coste tra gennaio e luglio, periodo in cui si riproduce. Dopo l’accoppiamento, che dura qualche ora, la femmina si trasferisce sul fondale e sulle alghe depone le uova. Il periodo d’incubazione varia dalla temperatura. Se è di 22° circa, sono 25 i giorni. Se le temperature sono intorno ai 12-14 gradi invece, può arrivare a 45 giorni. Da quando le uova sono deposte, dopo tre settimane nascono i piccoli. Crescono più velocemente in estate rispetto all’inverno.

Viene spesso confuso con il totano. La differenza principale è che le ali superiori del tubo sono nel calamaro più arrotondate rispetto al totano. La pelle del calamaro è rosso mattone, mentre il totano la rossiccio violacea. I suoi occhi sono grandi e coperti da una membrana trasparente.

Una caratteristica del calamaro europeo è quella di possedere la conchiglia interna, chiamata gladio. E’ una lamina cornea appiattita e allungata. Il corpo può raggiungere i 50 centimetri (non è raro però trovarli di soli 15-20 centimetri) e lateralmente ha delle pinne che arrivano alla sacca posteriore. Possiede 10 tentacoli che circondano bocca e becco. Due di questi sono più lunghi e utilizzati per catturare le prede. E’ un ottimo nuotatore e riesce a saltare fuori dall’acqua. Caccia pesci, molluschi e crostacei durante la notte. E’ un predatore eccellente e spesso mangia anche i propri simili.

Questo mollusco è molto sfruttato nella pesca, sia in quella amatoriale che in quella professionale.

Fonte foto: Wikipedia

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *